I LIBRI DELLE ORE E LE MINIATURE ANTICHE

giu 7, 2012   //   by leonardo   //   BLOG  //  No Comments

“Cos’è un LIBRO DELLE ORE?

Dal 1200 al 1500 in Europa vi era l’usanza di ordinare a miniaturisti l’esecuzione di libri per pregare.

Un po’ come gli odierni messali dei sacerdoti.

Questi libri erano ovviamente scritti a mano ed arricchiti con miniature di pregio.

Ogni nobile, alto prelato o nobildonna, ne possedeva uno eseguito appositamente per lui, pertanto tali LIBRI DELLE ORE rappresentavano quasi sempre dei pezzi unici, un po’ come quadri d’autore.

Sono arrivati fino a noi proprio perché erano – e sono soprattutto oggi – pezzi di inestimabile valore.

Molti artisti si sono impegnati in queste opere: Pietro da Pavia, Belbello da Pavia, i Maestri di Zweder van Culenburg, Willelm Vrelant, Jean Poyer ed altri.

Molti nobili hanno lasciato evidenti tracce su queste opere come Giangaleazzo Visconti e Francesco Sforza e non solo. Per esempio, un membro del Terzo Ordine di S. Francesco appare per ben due volte assieme alla moglie su un manoscritto di Bruges; e due proprietarie, madre e figlia, adoranti la Pietà appaiono su un manoscritto di origine Normanna.

Si può vedere anche un alto prelato mentre legge le preghiere del Martedì accanto ad un’immagine dei biblici raccoglitori di Manna.

Si può quindi affermare che i LIBRI DELLE ORE fossero scritti in svariate modalità a seconda dell’usanza della città dove venivano creati.

Abbiamo così l’Usanza di Roma, l’Usanza di Parigi, di Sant’Omero, di Utrecht, di Rouen, di Lisieux e così via.

Oggi questi libri sono oggetto di studio ed anche ricchi pezzi da museo e da collezione.

Non è semplice riprodurre con i moderni sistemi di stampa le miniature presenti sui LIBRI DELLE ORE perché le stesse sono disegnate con colori vegetali di cinquecento anni fa ed i pezzi, a causa dell’alto valore, non sono spostabili dalle loro teche“.

La resa qualitativa delle immagini deve rispondere ad elevatissimi canoni di affidabilità e poiché le miniature sono oggetti che valgono decine o persino centinaia di migliaia di dollari, devono possedere necessariamente la prerogativa di essere riprodotte il più fedelmente possibile su supporto cartaceo – nella forma di catalogo o libro – allo scopo di poter essere visionate dai collezionisti di tutto il mondo.

Ringraziamo per il contributo l’Editore Guido Zanella de LE CAVE EDIZIONI e curatore, tra le altre, delle opere di Les Enluminures “Pen to Press”, “France 1500″ e dell’ultimo prestigiosissimo “An Intimate Art” realizzate da Società Editoriale Grafiche AZ per l’Antiquario franco-americano.

Leave a comment